Percorsi didattici per le Scuole Secondarie II°

1. Le stanze private dei Dogi | percorso did. completo

Il percorso interattivo, guidato dal proprietario della villa e da operatori didattici dedicati, porta gli studenti alla scoperta dei segreti e degli aneddoti racchiusi nella villa e nel parco: dalla funzione degli spazi nell’architettura palladiana agli usi e costumi della nobiltà veneta del ‘500 e ‘700, ai molti temi di natura rurale, botanica, artistica e socio-economica.
Inizialmente vengono presentate le caratteristiche distintive del giardino all’italiana e del parco all’inglese, visitando gli elementi architettonici strumentali all’auto sussistenza della villa nell’antichità: barchesse, peschiera, torre colombaia, vivaio, concimaia e brolo. Con l’aiuto dell’operatore didattico sono sviluppati approfondimenti su temi ambientalistici ed ecologici (il ciclo di vita del parco, la fauna selvatica e la flora) per una corretta analisi degli aspetti botanici e architettonici dell’ambiente circostante. Non mancano alcune storie di miti legati alle piante più maestose e fantastiche leggende che ci vengono ricordate da bizzarre e simpatiche statue che popolano il parco.
Dopo la visita esterna il percorso continua nelle stanze private della villa iniziando a comprendere l’equilibrio e la complessità dell’organizzazione architettonica e funzionale di una villa veneta. Si affrontano temi di natura artistica e socio-economica con ampi approfondimenti e ricostruzioni sceniche per capire usi e costumi di un tempo. L’operatore accompagna alla lettura iconografica di varie opere d’arte presenti in villa coinvolgendo direttamente gli studenti e spiegando loro l’antica tecnica dell’affresco, dello stucco e del terrazzo alla veneziana.

Livello scolastico: tutti i livelli
Temi: fauna e flora, insediamento originario e sviluppo socio-economico, ciclo di vita del parco, architetture e statue, aree funzionali della villa, iconografia e tecniche artistiche, usi e costumi antichi.
Durata: 120 min.
Tariffa: € 6 cad. + € 50 a gruppo per operatore didattico

Laboratori didattici e attività creative

Al termine della visita didattica i gruppi di studenti possono completare l’esperienza in villa svolgendo laboratori differenziati o partecipando alle altre attività integrative organizzate da Ca’ Marcello, strumenti efficaci per il concreto apprendimento dei contenuti svolti durante la visita e lo sviluppo delle capacità personali e di gruppo in diverse aree disciplinari.

A. Laboratorio didattico

ANTICHI MESTIERI: IL TERRAZZO ALLA VENEZIANA
Questo laboratorio mira a far conoscere agli studenti la tecnica costruttiva dei famosi pavimenti decorati, tipici della tradizione veneziana.
I ragazzi, divisi in gruppi, vengono forniti dei materiali e degli strumenti necessari, seguiti passo dopo passo per realizzare il proprio manufatto seguendo tutte le fasi originali.
Il prodotto finale potrà essere conservato in classe come ricordo dell’esperienza.
Durata: 60 min.
Tariffa: € 100 a gruppo

B. L’angolo dell’artista: teatro, musica e letteratura

I docenti hanno la possibilità di utilizzare gli spazi e la collaborazione di Ca’ Marcello per attuare progetti didattici speciali e avvicinare i ragazzi a diversi ambiti artistici.
La villa può essere la scenografia di un’opera teatrale, l’ambientazione perfetta per piccoli concerti o ancora il luogo ideale per letture mirate ad evocare la civiltà di villa.
Si consiglia di svolgere un percorso formativo durante l’anno scolastico che veda la propria conclusione all’interno della villa con la partecipazione di genitori, insegnanti e alunni.
Durata e tariffe: in base all’attività

Modalità di visita

– E’ richiesto un colloquio preventivo per l’organizzazione della visita
– La prenotazione è obbligatoria compilando e inviando il modulo di adesione
– Numero max alunni per gruppo: 30 | Numero max alunni contemporanei: 90
– In caso di pioggia è disponibile uno spazio coperto per attività alternative coordinate dai docenti
– Ogni attività dovrà terminare entro le ore 14.00
– E’ disponibile un’area pic-nic interna e esterna. L’organizzazione del pranzo al sacco è a cura della scuola. Nel parco è possibile giocare nel campo di calcetto sotto la supervisione dei docenti