Architetture funzionali

I parchi delle Ville Venete | Ca’ Marcello

Il parco di Ca’ Marcello è un esempio eccellente di architettura del paesaggio tipico delle Ville Venete. La principale funzione di giardini, broli e parchi di villa era infatti la loro capacità di rendere autosufficiente la vita quotidiana all’interno della proprietà. Elementi architettonici come peschiere, torre colombaia, orti e frutteti permettevano di produrre e conservare cibo vario e fresco a portata di mano. Le barchesse, inconfondibili edifici porticati, contenevano infine i prodotti dell’agricoltura, vero motore della civiltà di Villa Veneta.

L’utilità era quindi alla base delle scelte progettuali, a cui l’estetica conferiva equilibrio complessivo e armonia con il corpo padronale prettamente abitativo.

Barchesse

Le barchesse sono un elemento architettonico che caratterizza quasi la totalità delle Ville Venete, affiancandone il corpo centrale oppure come edifici a sé stanti. Quelle di Ca’ Marcello sono notevoli strutture scandite da archi a tutto sesto che si sviluppano in avanti rispetto alla facciata della villa. Sono composte da diversi ambienti che erano legati alle attività agricole di un tempo, come il ‘mezzà’ (il centro di gestione e controllo dell’azienda agricola), la cantina (per la conservazione del vino e di strumenti per la lavorazione dell’uva e l’imbottigliamento) e i granai (importanti magazzini dove si conservava il raccolto effettuato dai contadini nei campi della proprietà).

La peschiera

Originariamente questo luogo costituiva la cava da cui si traevano la sabbia e l’argilla utili alla creazione dei materiali con cui fu costruita la casa. In seguito la cava fu riempita d’acqua grazie ad una falda e convertita in allevamento ittico, aiutando così a garantire l’autosussistenza della villa. Ancora oggi la peschiera è popolata da diverse specie di pesci, visibili passeggiando lungo le sue rive.

Visita la Villa e il Parco Storico

Torre colombaia

La torre colombaia è una struttura della metà del XVI secolo, periodo di costruzione del nucleo originale della villa. Era utilizzata per l’allevamento dei colombi, un prelibato ingrediente delle ricette locali tradizionali ma anche un importante mezzo di comunicazione per la corrispondenza tra la terraferma e Venezia. Un’altra funzione della torre colombaia fu, tra il 1700 e il 1900, l’allevamento dei bachi per la produzione della seta necessaria per la realizzazione delle tende, delle lenzuola e di altri manufatti della villa.

Oratorio privato

L’oratorio privato, risalente la 1753 e dedicato alla Trasfigurazione di Gesù, ha una facciata che richiama quella villa, con semicolonne con capitello ionico e un timpano con cornice dentellata. L’edificio ospita le tombe di famiglia e accoglie ancora le celebrazioni principali dedicate ai Marcello.